CONTRIBUTI

Al Giardino Segreto _ Gradara (PU)

Il bar gastronomico “Al Giardino Segreto”, nel cuore del rinomato borgo medievale di Gradara, Borgo dei borghi 2018, si caratterizza per l’ampio giardino sul retro. Prima della riqualificazione, si trattava di un’area verde privata, situata a ridosso delle mura del castello e mai utilizzata prima; oggi è retrostante il nuovo “luogo di ristoro” ed aperta alla fruizione pubblica.

L’area, che si sviluppa sul retro dell’abside della chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista, è addossata alla prima cerchia delle mura perimetrali del castello e si presenta suddivisa su tre livelli altimetrici, con tratti in pendenza che permettono di accedere gradualmente ai livelli sottostanti. Lo spazio è accessibile dal locale, che a sua volta si affaccia su piazza Alberta e su Porta Natale.

L’intervento in questa porzione di città si è posto come occasione anche per riflettere sul tema della riqualificazione e valorizzazione di spazi pubblici di centri antichi e unici come Gradara. L’obiettivo di partenza che ha mosso il progetto è stato la restituzione alla collettività di uno spazio inedito e nascosto della città, oltre che di una vista straordinaria delle mura. Il giardino è stato progettato secondo i criteri dell’eco-sostenibilità per i materiali e della bio-diversità per le specie vegetali che ne compongono le aiuole. Per la valorizzazione dello spazio privato, si è lavorato alla ricerca di soluzioni esteticamente gradevoli e a basso impatto, sia in termini estetici che di lavorazione. L’intervento ha riguardato la sistemazione delle quote dei terrazzamenti esistenti lungo le mura con la creazione di tre spazi di sosta, i primi più legati alla pausa, l’ultimo con una più esplicita vocazione didattico-ricreativa.

Su invito della Soprintendenza, è stata pavimentata parte dell’area lasciando libere ampie superfici per aiuole e superfici permeabili, mentre nelle zone più a contatto con le mura storiche, sono state piantumate specie decorative per creare una quinta scenica alle spalle del giardino.

Come materiali, sono stati impiegate pavimentazioni sui toni della terra, ghiaia, legno e altri elementi in acciaio brunito, solidi e di forte impatto estetico, caratterizzanti il rapporto tra il nuovo e l’architettura delle mura: materiali spesso proposti dalle Soprintendenze nell’ambito di lavori con strutture antiche. Per la zona più lontana si è proposta invece la realizzazione di un “orto”, soprelevato rispetto al terreno e con una precisa funzione didattica: quella di mostrare ai visitatori le piante aromatiche tipiche e legate alla tradizione colturale del territorio.

Il secondo e terzo livello sono in corso di realizzazione.

Il primo livello, la terrazza, è stato aperto al pubblico nel 2017 insieme all’esercizio commerciale.

Fabio Uguccioni

T. +39 328 3159776

mrfred1013@gmail.com

https://www.facebook.com/FabioUguccioniGardenDesigner/

 

Sezione Territoriale
Toscana Umbria Marche

Tipologia
Socio Ordinario

 

X
- Enter Your Location -
- or -