CONTRIBUTI

sfide geometriche

Un giardino stretto e lungo che scorge il  mare da un lato e  una montagna dall’altro. Un giardino in pendenza, immerso nella collina abruzzese, in cui bisogna inserire una piscina, un prato e alberi per l’ombra, ma senza coprire il paesaggio. E fare in modo che i confini stretti non si percepiscano troppo.

Una sfida.

Raccolta e affrontata creando stanze in successione e linee parallele, con passo crescente, che tagliano lo spazio formando gradoni o semplici segni a terra e piantando alberi di prima grandezza sotto le cui chiome poter godere l’ombra estiva, la fogliatura autunnale ed il paesaggio in tutte le stagioni.

Il muro perimetrale viene nascosto da una siepe mista di sempreverdi mediterranei,  alta quanto il muro, per permettere allo sguardo di allungarsi sulle chiome degli olivi attorno.

Arbusti da fiore ed erbacee perenni solo nelle zone centrali e nei principali punti di sosta o di passaggio.

Gli olivi secolari da spostare sono piantati nella “stanza” finale, dopo la piscina, a collegare il giardino con il paesaggio.

Alessia Brignardello

T. 3288454325

a_brignardello@libero.it

www.alessiabrignardello.it

 

Sezione Territoriale
Lazio Abruzzo Molise Sardegna

Tipologia
Socio Ordinario

X
- Enter Your Location -
- or -