CONTRIBUTI

UN GIARDINO BIANCO E BLU

Fioriture in bianco e blu, bassa manutenzione e semplicità: erano queste le  le esigenze dei clienti per questo giardino in campagna. Si trattava quindi di scegliere la giusta combinazione di piante e la soluzione è stata una siepe a crescita lenta e due sole specie di alberi. Per quanto riguarda la siepe è meglio armarsi di pazienza e scegliere una pianta che cresca lentamente. E’ vero che le piante che crescono velocemente mascherano prima le recinzioni ed i confini ma altrettanto in fretta continuano a crescere costringendoci ad eseguire  continue manutenzioni, tagli e creando svuotamenti e disseccamenti alla base della chioma. In questo contesto è stato messo Viburnum tinus che cresce lentamente, alternando ogni tanto qualche macchia di Pyracantha, Cotoneaster lacteus e Osmanthus aquifolium; tutti sempreverdi e con fioriture bianche. Il colore blu è dato da un cespuglio di Vitex agnus-castus e da un filare di lavanda che affianca il vialetto di accesso alla casa. Gli unici alberi inseriti, oltre a due gelsi esistenti, sono stati 4 Liquidambar che segnano il trascorrere delle stagioni con il loro caratteristico foliage fiammeggiante in autunno, la scura corteccia spoglia in inverno ed il verde fresco della chioma in estate; alla loro base sono stati circondati da un mix di cespugli di candidi Viburnum opulus.  Nei giardini non molto grandi è meglio non cedere alle tentazioni e scegliere solo una o al massimo due specie di alberi: si evita che il giardino sembri un vivaio e nel tempo si avrà un risultato più armonioso e naturale.

Paolo Nardin

T. 0415301945

paolo.nardin@paolonardin.it

http://paolonardin.it/

 

Sezione Territoriale
Triveneto Emilia Romagna

X
- Enter Your Location -
- or -