CONTRIBUTI

un giardino pensile per rinascere

Dopo il 6 Aprile 2009 si apre per L’Aquila un periodo difficile: sopravvivere al terremoto e poi ricostruire per tornare a vivere. Non tutto è venuto giù, qualcosa è rimasto, qualcosa che evidentemente era stato costruito bene.

Un appartamento con giardino pensile viene ristrutturato e le piante richieste dai committenti non sono legate all’estetica, ma piuttosto al ricordo, per non spezzare il legame profondo con il passato e con la propria famiglia.

Da qui la scelta specifica di alcune piante come l’araucaria e la cortaderia: strane, infondo, rispetto al contesto, ma dense di perchè. E questo in realtà è ciò che conta.

E allora il lavoro è stato imperniato attorno a queste due primedonne e al desiderio di riprendere i colori rossi dell’edificio, creando un piccolo giardino che fosse avvolgente, con una bordura molto mista, fatta di fioriture e fogliature,  di forme morbide accanto a forme geometriche, attorno ad un tranquillo prato.

Alle spalle una barriera visiva fatta di hedera su rete per schermare da e verso l’esterno e allo stesso tempo creare uno sfondo alla bordura.

Nonostante il clima freddo della città il risultato è stato notevole e l’amore profuso nella manutenzione dalla proprietaria del giardino sta facendo miracoli: curare il proprio giardino è una terapia contro lo stress, con reciproco beneficio.

 

Alessia Brignardello

T. 3288454325

a_brignardello@libero.it

www.alessiabrignardello.it

 

Sezione Territoriale
Lazio Abruzzo Molise Sardegna

Tipologia
Socio Ordinario

X
- Enter Your Location -
- or -