plan cul gratuit - plan cul bordeaux - voyance gratuite en direct

DALLE SEZIONI

Call rivolta ai soci AIAPP

Convegno  “Oltre lo standard: come rigenerare il parco pubblico”.

Il convegno, organizzato da AIAPP TER in collaborazione con Il Comune di Bologna, si terrà il 31 gennaio 2020 presso l’Ex Sala Borsa di Bologna e il tema di quest’anno sarà dedicato a: “Oltre lo standard: come rigenerare il parco pubblico”.

L’obiettivo del Convegno è prendere in considerazione nuove proposte sviluppate da alcune esperienze italiane e straniere e discuterle in una manifestazione aperta al pubblico.

Vi invitiamo, pertanto, a partecipare alla call entro il 31 Dicembre, poiché è un’importante occasione di confronto e un momento significativo anche per valorizzare la nostra professionalità.
Gli interventi dovranno essere strettamente legati alle tematiche del convegno e interessare progetti realizzati o in procinto di esserlo.

Il tempo a disposizione per la presentazione sarà di 15 minuti.

Di seguito i dati richiesti per la call in oggetto:

Progettista: nome-cognome-indirizzo-recapiti

Progetto:

– Titolo, localizzazione del progetto, anno di realizzazione, costo, superficie

– Descrizione del progetto (max 500 battute)

– Documentazione fotografica (3 foto esplicative)

– Obiettivi e risultati ottenuti (max 500 battute)
Inviate il materiale richiesto alla segreteria della sezione AIAPP Triveneto Emilia Romagna, tramite mail (trivenem@gmail.com), entro e NON OLTRE il 31 dicembre 2019.

Un cordiale saluto a tutti dal Consiglio TER.

 

Note per la call:

Un parco si confronta con il contesto urbano del quale è parte attiva, con quello architettonico storico e contemporaneo, con la necessità sociale di una città inclusiva, compresa la sicurezza, con le emergenze climatiche e con costi di manutenzione.

Gli standard urbanistici, che sono stati l’ultimo baluardo dell’urbanistica razionalista del Secondo Dopoguerra, sono da oltre vent’anni al centro del dibattito riformista, ma non hanno ancora trovato sbocchi soddisfacenti. Anche nelle città in cui i valori numerici riferiti agli abitanti sono stati abbondantemente soddisfatti, la qualità della vita auspicata dalla società contemporanea risulta essere ancora lontana.

Il Verde Pubblico che ha da sempre rappresentato l’entità più qualificante degli standard mostra in forma palese queste insoddisfazioni: da un lato la teoria non riesce a spuntarla (non basta il nome di un colore a definire questa categoria di servizi fondamentali); dall’altro la complessità e l’articolazione della società richiedono continuamente nuove funzioni e nuove risposte. Anche gli ambiti preesistenti non sempre supportano intrusioni, specialmente in mancanza di una attenta valutazione delle loro peculiari caratteristiche paesaggistiche e storiche.

Rigenerare il Parco pubblico delle città riguarda sia la qualità che la quantità degli spazi richiesti dalla domanda emergente come pure la loro correlazione ed il loro soddisfacente inserimento nel paesaggio contermine, superando la prassi corrente di vederli collocati solo laddove esista una superficie ancora disponibile.

D’altra parte, i cambiamenti climatici e la necessità di ottenere una sostenibilità ambientale delle città, ricercata non solo come formula propagandistica, impongono di guardare il paesaggio allargato e le operatività delle scienze ecologiche come elementi fondamentali non più trascurabili.

 

X
- Enter Your Location -
- or -