plan cul gratuit - plan cul bordeaux - voyance gratuite en direct

CONTRIBUTI

PARCO URBANO AREA EX BOSCHETTI PADOVA

Questa è la storia di più cicatrici. Cicatrici che non rappresentano solo segni visibili e tangibili, ma che a loro volta racchiudono in sé altre storie, altri racconti. L’accezione che viene comunemente data al termine “cicatrice” è negativa e, nel caso di una parte di città che porti sul proprio delle cicatrici, è inevitabile figurarsi uno spazio che mostra i segni di qualcosa che, per quanto passato, rimarrà comunque indelebile e impresso nella memoria.
I segni generati dalla presenza di un manufatto infrastrutturale divengono dunque il segno di un “pericolo” che si sta per scampare e la “forma” della risoluzione di un problema.
Se solitamente una cicatrice costituisce una causa di “preoccupazione” estetica, il progetto vuole ribaltare questo punto di vista e vedere nei segni del passato, l’occasione per riscoprire e recuperare nuove opportunità per il progetto dello spazio aperto.
Ciò che ci si propone di fare è una revisione del concetto di cicatrice – che è ad un tempo etica ed estetica – vedendo nel lavoro su questi segni la possibilità di donare una nuova identità e riconoscibilità allo spazio.

Secoli di storia dell’arte dei giardini e del paesaggio si susseguono tra le vie del centro urbano di Padova, città in cui la tradizione del giardino si concretizza in un immenso patrimonio artistico e botanico.
A partire da questo aspetto, l’idea che sta alla base del progetto consiste nel mantenere le tracce presenti del parcheggio (sia per quel che riguarda le forme, sia i materiali) per effettuare un recupero a verde dell’area dell’ex piazzale dell’autostazione e realizzare un nuovo giardino pubblico che si configuri come un interno urbano.
Il parcheggio, comunemente inteso come luogo di scambio, passaggio veloce e sospensione diventa luogo incui stare, costruire relazioni lente, e, nel caso specifico del parcheggio che attualmente ospita l’area ex Boschetti,capace di ricomporre un sistema di spazi pubblici e aree verdi presenti nell’immediato contesto territoriale.
Le reliquie dell’infrastruttura e il rigore dei suoi segni lasciamo spazio da un lato a una natura spontanea che si riappropria del suolo, e dall’altro a una natura fortemente costruita, a comporre un vero e propriomosaico vegetale.

X
- Enter Your Location -
- or -